Torna a Primi 10 anni del Coro

Olen Cantar …

Vogliamo Cantare …..

Una sera dell’ottobre 1970, su iniziativa dell’amministrazione comunale, furono invitate nella sala consigliare diverse persone allo scopo di costituire la Società degli “Amici della Musica” di Fumane. Una trentina aderirono all’invito e il sindaco Brugnoli illustrò gli scopi della nuova società: diffondere attraverso manifestazioni concertistiche, conferenze, audizioni registrate, l’amore e la cultura musicale.

Ad un certo punto s’alzò una voce: “Olen cantar”. Fu risposto che lo scopo della nascente società era quello di ascoltare. Ma altre voci (sia pur sommesse) si unirono alla prima e si fecero più pressanti alla fine della riunione e nei giorni successivi.

 In attesa del debutto si organizzavano a Fumane concerti e convegni:

Il coro della Cattedrale
Il coro Stella Alpina
La conferenze sulle opere areniane.        …. si stava preparando il terreno

Tra le tante cose a cui Paolo Banali si dedicò per far decollare il nascente coro è da ricordare anche la scelta dello stemma che accompagnerà il coro per tutti i trent’anni. Un particolare della “Cantoria” del duomo di Firenze, opera di Luca della Robbia, ora presso il museo del duomo.

 

 

 

Sulle pagine del giornale Arena del primo dicembre 1970 si legge: <<…. A Fumane, in Valpolicella, è stata istituita la società degli “Amici della musica”. Sabato 5 dicembre inaugura la sua attività con un concerto del coro femminile della Cattedrale di Verona …. >>. Si nota con favore che <<…qualcosa si sta muovendo nella musica veronese…>>. Si lamenta nello scritto che << …. La discriminazione tra città e comuni della provincia è ancora troppo netta. E’ necessario avviare al più presto un chiaro discorso di cultura ed educazione musicale anche in provincia. Fumane è un segno che non resterà, è nella nostra speranza, senza seguito…>>. L’autore dell’articolo ha chiara la disparità tra città e provincia, ripone estrema fiducia nel nascente gruppo degli “Amici della Musica” di Fumane, sperando in quello che poi effettivamente accadrà: il fiorire di gruppi musicali in tutta la provincia.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.