Torna a Nostra Storia

Concerto lungo 30 anni

Alti e bassi, entusiasmi e stanchezze, simpatia e indifferenza, soddisfazioni e delusioni: come la vita di ciascuno di noi, anche la vita di un coro si esprime in vari momenti, ora più lieti ora meno. E in trent’anni di vita – tanti ne ha il nostro gruppo corale – tutto questo è puntualmente accaduto. Ne siamo usciti irrobustiti, e un po più maturi (non solo d’età).
Tante persone sono transitate attraverso la nostra associazione: alcune se ne sono andate per sempre, altre sono giunte a colmare i vuoti. Quanti visi di maestri e di coristi scorrono in questo momento davanti ai nostri occhi: volti di gente che con il canto ha coltivato anche tanta amicizia, ha imparato comunque a convivere, in un clima di operosa serenità.
Trent’anni sono tanti, almeno per la vita di un’istituzione come la nostra che normalmente nasce e tramonta nel giro di una generazione. Adesso le generazioni sono almeno due e forse anche tre: quella dei nonni e dei loro figli e dei figli dei loro figli. Un testimone che passa di mano in mano e che ci dà fiducia di poter continuare la nostra presenza nell’ambito della più vasta comunità fumanese, al cui servizio, anzitutto, sentiamo ancora di essere, così come quando, trent’anni fa, eravamo nati.

CORO AMICI DELLA MUSICA  ….    30 anni …..

Tanti successi, … tante nuove esperienze, nuove amicizie … innumerevoli concerti, moltissime soddisfazioni.
Sono gli elementi che contribuiscono a formare la storia di un coro.
Ogni 10, 20, 30, 40, 50, 100, anni vale la pena guardare al proprio trascorso, riviverne le emozioni per condividerle con le persone che ci circondano. Trent’anni sono un traguardo non indifferente: la comunità di Fumane può essere orgogliosa di questa sua creatura. Ma festeggiare un anniversario non è solo voler ricordare, è anche un momento di riflessione, di verifica in cui ci si confronta e si analizza il lavoro svolto.
Il coro Amici della Musica rappresenta molto per la coralità veronese, per il territorio e la Valpolicella stessa. Ha un merito che va ben oltre all’immagine, ai fatti personali, ai successi ottenuti: esso rappresenta un riferimento culturale estremamente affidabile e concreto, consolidatosi sull’impegno e sulla costanza dei suoi componenti. La ricerca artistica, l’apertura verso generi musicali diversi, ha portato il coro a confrontarsi e a superare difficoltà notevoli acquisendo nel contempo un bagaglio culturale che ora gli consente di poter spaziare in varie direzioni tanto da potersi proporre con stili e repertori diversi. Parte del merito di tale maturità artistica sarà certamente da attribuire ai vari direttori che si sono succeduti negli anni. E certo non indifferente sarà stato l’impegno che i vari Consigli Direttivi si devono essere assunti per superare reticenze, difficoltà facilmente individuabili, ma quello che più conta è la disponibilità dei suoi componenti ad accettare proposte nuove. Un fatto che ha permesso di conoscere forme espressive diverse e scoprire cose sempre più suggestive e accattivanti. E’ un coro che ha saputo costruire il proprio percorso artistico attingendo a varie e qualificate esperienze e che oggi, guardando al futuro, sta preparando le basi per garantirsi la continuità domani. Investe nei giovani e il coro di voci Bianche, “Piccoli Amici della Musica” che da alcuni anni ha formato con la collaborazione dell’Associazione Gruppi Corali, è una realtà concreta. Con esso condivide l’immagine di una comunità il cui amore per la musica e il canto corale trova origini nella tradizione popolare e che, all’occorrenza, non disdegna ad offrire il suo aiuto e il suo sostegno.

Buon Compleanno Amici della Musica.

Lino Pasetto

 

Una nuova stagione

La collaborazione del Natale 1996 con la maestra Daniela Candiotto, col nuovo anno diventa definitiva. Il coro ha bisogno di certezze per riprendere il suo cammino. La dinamica direttrice mette subito in chiaro i problemi esistenti ed il programma di interventi per riportare il coro ai livelli che gli spettano. Già dopo pochi mesi si …

Cambiare e andare avanti

L’esperienza di Roma è stata indimenticabile, la maestosità della città, il Vaticano, la Basilica di San Pietro, hanno lasciato il segno. Si è voluto ricreare ancora quei momenti, ed Assisi è diventata subito la nuova meta. La messa animata dagli Amici della Musica, la spiritualità che traspira da quei luoghi, non hanno deluso. La nuova stagione …

25 anni di attività

Il giovane Fabio Vicentini è il nuovo maestro del coro. Fin da subito si distingue per l’entusiamo e l’ambizione; basta dare uno sguardo ad alcuni nuovi brani inseriti in repertorio: l’Adoramus di Perti, il Vexilla Regis di Pergolesi, il Wer hat di Bach, Laudate Dominum di Mozart. Non tralascia di inserire anche brani popolari come: …

Aria nuova dalla germania

Dorino Pedretti scrive sulle pagine dell’Arena in occasione del concerto tenuto nel luglio 1993, presenti gli “Amici della Musica” ed il coro femminile cecoslovacco “Pisen”: <<… una serata di respiro “europeo” non solo per l’ovvia diversità etnica dei coristi ma anche perché il gruppo fumanese ha dato all’ascolto un ventaglio di modelli espressivi multinazionali, antichi e moderni. …

Lascia un commento

Your email address will not be published.