Torna a La Tappa dei 20 Anni

Cambia la presidenza

A metà degli anni ottanta, il presidente Luciano Guglielmi lascia la guida del coro al giovane Damiano Cottini. Il lavoro di quegli anni è stato tanto, ma ripagato da grandi soddisfazioni.
Il coro, seppure in maniera meno frenetica, lo si vede ancora impegnato in varie rassegne. Ricordiamo: Nel settembre del 1981 a Pordenone, In novembre sempre del 1981 a San Bonifacio, nell’aprile del 1983 a Cadidavid, Luglio 1986 a Recoaro Terme. Importante e significativo Il concerto tenuto a Fumane Per ricordare il 300° anniversario della nascita di J.S. Bach. Il coro in questi anni ha consolidato un repertorio ricco e variegato. Mentre nelle manifestazioni accompagnate  dall’orchestra G. Torelli esegue pezzi sacri come “Ave Verum Corpus” di Mozart, il “Credo  di Vivaldi e “l’Halleluia” di Haendel. Nelle rassegne corali spazia dal repertorio sacro a quello profano.

PROGRAMMA DI UN CONCERTO TIPICO  DI QUEL PERIODO

El Grillo, La pastorella, So ben mi ch’a bon tempo, Con voce dai sospiri interrotta, Son questi i crespi crini, Lasciatemi morire, Contrappunto bestiale, Belle Rose, La monferrina, Ninna nanna romagnola, Pasci Angionedda, Popolo che sogna, La montanara, Canto della sera, Jerico, Kalinca, La vispa Teresa.

Le rassegne corali organizzate dagli “Amici della Musica” nell’ottobre del 1984 raggiungono la decima edizione. Le manifestazioni organizzate presso il teatro o la chiesa parrocchiale hanno fatto conoscere tanti cori provenienti dall’Italia e dall’estero ed al tempo stesso tanti brani musicali dei generi più diversi. Gli incontri con i cori sono stati tanti e li  ricordiamo tutti con gratitudine, ognuno, bravo o meno bravo, ci ha portato qualcosa di nuovo, ci ha fatto conoscere generi, melodie, sensazioni: qualcosa di cui prima non sapevamo o non ci eravamo accorti.

Lascia un commento

Your email address will not be published.