Return to Altro ancora

Non solo concerti

Uno degli aspetti sicuramente tra i più piacevoli dell’attività corale è il dopo concerto. Già, perché finita la manifestazione ufficiale di solito si prosegue dietro le quinte con il cosi detto “rinfresco”. E’ qui che, slacciata la cravatta e dismessa la divisa, emerge la vera anima del corista. L’incontro tra ospiti e ospitati trova finalmente la genuinità e la spontaneità, e tra  un panino e un bicchiere di vino, prende vita un concerto alternativo. Si raduna quel che rimane dei cori ed inizia una gara, non competitiva: brani popolari, magari non cantati alla perfezione, ma coinvolgenti. Gli Amici della Musica, spesso mettono in campo il famoso “Minestron” e raggiungono l’apoteosi, dopo aver portato a temperatura ideale il solista Valentino, con “Gli Scalini”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.